Ciambella Romagnola

La ciambella romagnola è un dolce tipico di questa zona, da gustare la mattina di Pasqua con le uova sode, da accompagnare con la marmellata o con la nutella, da “tocciare” nel latte caldo o nel vino… Ognuno di noi in famiglia la mangia come vuole! E’ un dolce pratico che si conserva a lungo, che puoi mettere nello zaino dei tuoi bambini come merenda. Un dolce rustico che piace e tutti e che in Hotel puoi trovare tutte le mattine sul buffet. 

Preparazione: 

15 min.

Cottura:

30 min a 180° C preriscaldato

Difficoltà: 

media

Dosi per: 

6 persone

Costo:

medio

Ingredienti per la pasta

  • 500gr di farina 00,
  • 4 uova,
  • 200gr di zucchero,
  • 150gr di strutto oppure 140gr di burro,
  • buccia grattugiata di ½ limone,
  • ½ bicchiere di latte,
  • 2 cucchiai di anice ,
  • una bustina di lievito,
  • una bustina di vaniglia,
  • granella di zucchero per guarnire.

Preparazione:

Impasta la farina setacciata con le uova, lo strutto, lo zucchero, la bustina di lievito e quella della vaniglia, la scorza del limone (solo la parte gialla del limone, mi raccomando!). Aggiungi all’impasto il latte e il liquore fino a farlo diventare morbido. Lavoralo sul tagliere con le mani infarinate e forma i tre filoni. Ungi con un po’ di burro una teglia, sistema i filoni e guarnisci con la granella di zucchero. Metti in forno caldo per circa 30 minuti.

La ciambella romagnola si conserva in una scatola di latta per circa 2 settimane. Puoi anche congelarla dopo la cottura, magari già tagliata a fette. E, se non ti piace l’anice, puoi aromatizzare la ciambella romagnola con un liquore di tuo gusto.

Il piatto è pronto,

Buon appetito!!!

Scegli la categoria e cerca il piatto che volevi: