LA SALINA DI CERVIA

Porta sud del Parco Regionale del Delta del Po, la Salina di Cervia è un ambiente unico, dal punto di vista naturalistico e per il paesaggio suggestivo. La profondità dell’acqua non supera i pochi centimetri, e l’alta concentrazione di sale (oltre il 150 per mille), permette la sopravvivenza di particolari forme di vita e lo sviluppo di specie vegetali alofile – amanti del sale – come la salicornia. La ricchezza della fauna rende la Salina Zona Umida di importanza internazionale e Riserva Naturale dello Stato di popolamento animale. Le specie di uccelli più frequenti sono piccoli trampolieri come l’Avocetta e il Cavaliere d’Italia, ma si osservano anche la Garzetta, l’Airone bianco maggiore e l’Airone cenerino, e anatidi tra cui il Germano reale, il Mestolone e la Volpoca. Da alcuni anni inoltre sono ospiti fissi i fenicotteri.

La diffusione di saline in questa zona si deve alla morfologia della costa bassa e argillosa, condizioni perfette per accogliere l’acqua del mare con le alte maree. L’acqua rimaneva intrappolata in bacini artificiali ed evaporando sotto il sole dava luogo alle formazioni di un sottile strato di sale. Da 144 salinette attive fino al 1950 circa, oggi ne rimane solamente una originale, la salina Camillone. Infatti l’industrializzazione del processo di estrazione del sale ha portato all’accorpamento di tutte le altre in grandi vasche di evaporazione. La raccolta del sale si effettua dopo metà agosto, mentre quella artigianale della salina Camillone parte da metà giugno, se il tempo lo permette, e arriva a metà settembre. Il sale della Camillone dal 2004 è presidio Slow Food.

 

IL CENTRO VISITE SALINE

Si può visitare le Saline solo se accompagnati dalle Guardie Forestali o tramite il Centro Visite Salina di Cervia, punto informativo del Parco del Delta del Po. Durante la stagione di apertura, puoi partecipare a visite guidate a piedi, in bici e in barca elettrica, occasioni adatte alle famiglie, scuole e appassionati di birdwatching e di fotografia naturalistica. 

Nel periodo estivo, potrete assistere alle varie fasi dell’attività di raccolta del sale. La produzione avviene ancora come un tempo, artigianalmente, con gli attrezzi in legno. I salinari durante le visite spiegano il loro duro lavoro e danno indicazioni sulle caratteristiche del sale cervese, un “sale dolce”, in quanto privo dei sali amari che non riescono a depositarsi grazie alla raccolta giornaliera.

 

Consigli utili

  • Prenotazione obbligatoria.
  • Abbigliamento e scarpe comode.
  • Durante il periodo estivo, cappellino e protezione solare.
  • In caso di maltempo è opportuno attrezzarsi con abbigliamento e scarpe impermeabili.

INFO
Centro Visite Saline di Cervia – Via Bova, 61 Cervia (RA)
Tel: +39 0544 973040
Fax +39 0544 974548
Mail: [email protected]
Sito: www.atlantide.net/salinadicervia
        

Escursioni guidate: Ecco una carrellata degli eventi più belli da vivere alla Salina di Cervia